Salumi Canossa Gianferrari

Gianferrari

I salumi di Canossa



Nella natura tutt'oggi incontaminata dell'appennino Reggiano la produzione di prodotti tipici agroalimentari è tradizione consolidata. Dall'aceto balsamico che gia nel 1400 Enrico III di Germania chiedeva a Bonifacio (padre di Matilde, futura regina d'Italia), al parmigiano reggiano sulla cui induscussa fama non mi soffermerò, la cultura e le condizioni ambientali di quelle zone sono già da sole presupposti per la produzioni di alcune delle eccellenze nazionali.

E' in questo contesto che sin dagli anni 50 Fernando Gianferrari, capostipite dell'omonima famiglia, inizio l'attività di produzione di salumi artigianali che di padre in figlio si è tramandata sino ad oggi.

L'utilizzo di carni pregiate, le tecniche di lavorazione non industriali e prive quindi di qualunque additivo chimico e il lungo processo di stagionatura, unito all'esperienza della famiglia Gianferrari ed al clima particolare della Val d'Enza sono i principali fattori che condizionano in termini di assoluta bontà e qualità ogni salume che qui viene prodotto.

Il 'Culatello di Canossa' o Canossello costituisce tra gli altri uno dei principali motivi di orgoglio dei Gianferrari e guai a confonderlo con altri Culatelli (altrettanto pregiati ma provenienti da zone diverse) dai quali si distingue per gusto e lavorazione.

Sul bel sito dell'azienda Salumificio Gianferrari le schede tecniche di tutti i prodotti e altre utili informazioni.



Serena Food blogger Serena
Inviato Mercoledì 29 Giugno 2011 alle 18:37 in Prodotti


Commenta l'articolo


Nome (Facoltativo):


Indirizzo email (Facoltativo):
Se lo indichi rimane segreto e ricevi notifica automatica dei nuovi commenti a questo articolo.









Eventi 35

Formazione 23

Internet 2

Lavoro 3

Partners 2

Prodotti 25

Promozioni 7

Rassegna 10

Salute 17

Senigallia 7

Squisito 22

Vini 3